PAUL KRUGMAN E L’IRLANDA “IL SUCCESSO, IN STILE EUROPEO”

Nel post odierno, il Nobel Laureate scherza ancora sulla palese mistificazione dei dati economici riguardanti in particolare la ripresa dei PIIGS, nel caso specifico dell'Irlanda. Come nella Neolingua di Orwelliana memoria, il termine "ripresa" non significa più un ritorno a livelli superiori a quelli cui un'economia si attestava prima della crisi, ma semplicemente una inversione … Continua a leggere PAUL KRUGMAN E L’IRLANDA “IL SUCCESSO, IN STILE EUROPEO”

Annunci

PAUL KRUGMAN: PERCHE’ LE AZIENDE POTREBBERO NON FREGARSENE DI UNA DEPRESSIONE MODERATA,

Krugman, prima del pranzo di Natale, ci delizia con un approfondimento sulla tematica affrontata ieri, relativa alla diminuzione del potere contrattuale degli impiegati rispetto ai datori di lavoro durante i periodi di crisi economica. Nell'articolo odierno il premio Nobel si concentra sull'eventualità che i datori di lavori potrebbero al limite preferire vivere in un'epoca di … Continua a leggere PAUL KRUGMAN: PERCHE’ LE AZIENDE POTREBBERO NON FREGARSENE DI UNA DEPRESSIONE MODERATA,

PAUL KRUGMAN: LA DIFFICILE SITUAZIONE DEGLI OCCUPATI.

Traduciamo di seguito un post odierno apparso sul blog di Paul Krugman, che analizza gli effetti di una prolungata crisi economica sul rapporto tra impiegato e datore di lavoro. Le tematiche di giuslavorismo, fino a quelle della lotta di classe, si intrecciano in questo breve articolo, nel quale si nota il parallelo USA - Eurozona … Continua a leggere PAUL KRUGMAN: LA DIFFICILE SITUAZIONE DEGLI OCCUPATI.

IL PROBLEMA DELL’ECONOMIA SONO GLI ECONOMISTI(?)

Il titolo di questo pezzo è mutuato dal post, piuttosto tagliente, apparso recentemente sul blog di Paul Krugman sul NYT.  Il premio Nobel per l'Economia prende spunto da un articolo di Simon Wren-Lewis per sostenere e difendere la credibilità dell'economia "dei libri di testo". Nel suo pezzo Wren-Lewis sostiene che "parte del problema con l'economia è la maniera … Continua a leggere IL PROBLEMA DELL’ECONOMIA SONO GLI ECONOMISTI(?)

CUORI DURI, TESTE MOLLI.

Traduciamo di seguito questo articolo apparso sul blog di Paul Krugman in data 21 Novembre 2013. Le parole sono riportate fedelmente, mentre i corsivi e il testo tra parentesi quadre sono addizioni nostre. Tanti anni fa il mio collega Alan Blinder scrisse un ottimo libro con, mi sembrò, un titolo leggermente sfortunato. Era fin troppo facile passare … Continua a leggere CUORI DURI, TESTE MOLLI.

SURPLUS TEDESCHI. QUESTA VOLTA E’ DIFFERENTE.

Traduciamo di seguito il post odierno del blog di Paul Krugman sul NYT.Il nostro parla ancora di Germania e del suo ruolo nel commercio mondiale. Benché ineccepibile da un punto di vista analitico, le considerazione del Premio Nobel sembrano trascurare le cause dei grandi surplus tedeschi dal '79 al '92 e dal 2000 ad oggi. … Continua a leggere SURPLUS TEDESCHI. QUESTA VOLTA E’ DIFFERENTE.

A DIFESA DELLA GERMANIA.

(Paul Krugman continua a rispondere al suo post sulle colpe della Germania) OK, ho appena scritto un paio di post che parlano dei danni che la politica tedesca sta facendo. Ma questo è stupido e distruttivo: (Allison Smale scrive questo) "L'attenzione di Berlino alle sue priorità nazionali sembra destinata a provocare risentimento, perché la medicina … Continua a leggere A DIFESA DELLA GERMANIA.

IL DANNO CHE LA GERMANIA FA [CON ADDENDUM]

"I tedeschi sono indignati , indignati con il dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti , la cui "relazione semestrale economica internazionale e politiche di cambio" , muove delle critiche su come le politiche macroeconomiche tedesche stiano incidendo sull'economia mondiale . I funzionari tedeschi dicono che le conclusioni del rapporto sono " incomprensibili " -  il … Continua a leggere IL DANNO CHE LA GERMANIA FA [CON ADDENDUM]